Carissimi volontari, amici e benefattori, carissime comunità, gentilissime istituzioni,

la foto ritrae bambini sorridenti che ci augurano Buon Natale in lingua spagnola da una delle nostre comunità in America Latina.

Un bel dono da portare a Gesù Bambino quello del sorriso, soprattutto quando questo è il frutto di un miglioramento di vita, reso possibile dall’amore verso i più bisognosi.

Per noi sentire, percepire e vivere il Natale ha il senso di una costante ed autentica condivisione con gli altri. Si divide quello che si ha e non ci si limita ad offrire il superfluo.

Questa dinamica è la chiave per interpretare il senso più vero della festa.

In mezzo a tanti rumori e stordimenti che, spesso, ci tolgono la speranza e l’ottimismo, riuscire a compiere un gesto di attenzione e di solidarietà verso gli altri, può accendere il sorriso in noi e riscaldare di umanità il mondo attorno.

Nel tempo che stiamo vivendo, dove veniamo sollecitati, ogni giorno, ad una sana sobrietà, possiamo riscoprire il senso di una famiglia più grande, che spalanca le porte di casa e del cuore alle voci e alle storie che ci provengono dalle “periferie del mondo”.

Auguro a tutti voi un sereno e gioioso Natale, con la carezza di un sorriso.

                                                                                         Il Presidente prof. Luca Bondi

“La solidarietà non è un sentimento

di vaga compassione o di intenerimento

verso i mali delle persone.

Deve essere la ferma determinazione

di impegnarsi per il bene comune,

perché tutti siamo responsabili di tutti”.

                                                                                       (Papa Giovanni Paolo II)