Eminenza carissima, benvenuto tra noi!
L’accogliamo in questo luogo denominato la “Cittadella”, che ha per l’associazione un’importanza particolare, perché costituisce un laboratorio dinamico di idee, sogni e azioni che si proiettano nel territorio e nel mondo, dove abbiamo potuto mettere semini di condivisione e solidarietà. Le viene, eminenza, da un paese lontano, dove culture e religioni diverse sono chiamate a incontrarsi e dialogare. Un paese, l’India, dove la comunità cristiana è sollecitata a una testimonianza coraggiosa di fede e di carità nelle sue innumerevoli e variegate realtà di servizio ai più bisognosi. Semi di Pace ha voluto 6 anni fa, inserirsi in questo percorso di servizio attivando vari progetti negli stati del Tamil Nadu e Karnataka, dove bambine e bambini di diverse religioni vengono accolti e sostenuti. La Cittadella ci sta mostrando l’arrivo della primavera con i primi fiori che stanno sbocciando sugli alberi. Crediamo che il mondo intero abbia bisogno di essere rigenerato dalla primavera dell’amore, capace di spingere gli uomini a cercare e costruire percorsi di pace e di fratellanza. Papa Francesco ci dice che «dobbiamo costruire ponti, non muri per difendere la fede … che abbiamo bisogno di una Chiesa con porte aperte … che dobbiamo guardare alle periferie del mondo e stare in mezzo ai più piccoli, ai più fragili e vulnerabili, accogliendo, in ognuno di loro, il Cristo sofferente». La sua presenza, oggi, insieme al vescovo mons. Luigi Marrucci, al sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola, all’assessore ai servizi sociali Enrico Leoni, al vicario generale mons. Rinaldo Copponi, a padre Paolo Maiello (assistente nazione di Semi di Pace), alle delegazioni delle scuole tarquiniesi, della Capitaneria di Porto, ai volontari dell’associazione e a tantissimi nostri amici, ci fa ancora di più guardare al mondo e ci stimola ulteriormente a un impegno deciso per contribuire a migliorarlo, rafforzando la speranza e la consapevolezza che ogni singola azione immette nelle dinamiche delle relazioni germogli di bene e di pace.