Orto solidale

«Vado a raccogliere l’insalata e i pomodori». Una frase che in queste settimane si sente ripetere spesso alla Cittadella, nella sede di Semi di Pace. Per via degli orti solidali. Piccoli appezzamenti di terreno da coltivare messi a disposizione dei cittadini delle categorie sociali più svantaggiate di Tarquinia per la produzione di ortaggi e verdura. Per uso personale e per essere donati al servizio di distribuzione viveri dell’associazione. «Il progetto nasce nel 2016 in collaborazione con la Fondazione Johnson & Johnson. – spiega la onlus – Con gli orti solidali promuoviamo le buone pratiche di un’agricoltura rispettosa dell’ambiente, favorendo l’inclusione». La coltivazione della terra diventa infatti occasione per le persone di stare insieme e condividere il lavoro. «È bello osservare le persone venire alla Cittadella e vivere in un contesto sociale dinamico. – conclude Semi di Pace – Un’esperienza positiva che ogni anno, con l’arrivo della bella stagione, si rinnova e si rafforza».