Il Casale della Cittadella

 

Il progetto ha l’obiettivo di recuperare e riqualificare  “Il Casale della Cittadella”, un vecchio edificio abbandonato presente alla Cittadella, per realizzare un centro polivalente per il sostegno alle donne vittime di violenza, per l’inclusione sociale per la prevenzione e per il contrasto al bullismo e alla ludopatia.

Centro di ascolto per le donne vittime di violenza
Il centro di ascolto sarà un luogo in cui le donne che hanno subito violenza potranno trovare uno spazio di ascolto, condivisione e sostegno, grazie alla presenza di operatrici professionalmente qualificate. A ogni donna saranno garantiti il rispetto della segretezza, della riservatezza e la gratuità dei servizi. Nel centro saranno accolte e, ospitate se necessario, donne di ogni Paese, cultura
e religione. L’obiettivo di Semi di Pace onlus è di restituire alle donne la loro vita, facendo loro riconquistare l’indipendenza, fondamentale per proiettarsi verso un futuro scelto e non imposto con il sopruso. Il gruppo di lavoro sarà in costante contatto con le diverse realtà territoriali, a partire dai servizi sociali del Comune e dal servizio sanitario, in modo da creare una rete di supporto e di orientamento per chi si rivolge allo sportello.

Sportello contro il bullismo
Lo sportello contro il bullismo sarà un punto di ascolto che avrà l’obiettivo di prevenire e contrastare episodi di bullismo e cyberbullismo: uno spazio dove si raccoglieranno le segnalazioni e le testimonianze delle famiglie e delle scuole, dando voce e supporto ai bambini e ai ragazzi che sono stati vittima ma anche autori di episodi di bullismo o cyberbullismo, ai loro genitori e agli insegnanti. A fornire gratuitamente la propria consulenza sarà un team di psicologi e psicoterapeuti specialisti dotati di una formazione psicodinamica sull’infanzia, sull’adolescenza e sul sostegno alla genitorialità. Il gruppo di lavoro sarà in costante contatto con le diverse realtà territoriali, a partire dai servizi sociali del Comune e dal servizio sanitario, in modo da creare una rete di supporto e di orientamento per chi si rivolge allo sportello.

Sportello contro il gioco d’azzardo
Lo sportello sarà un servizio di primo ascolto, in cui le persone con dipendenza dal gioco d’azzardo troveranno interlocutori adeguatamente preparati, in grado di accogliere, ascoltare, comprendere, sostenere e fornire informazioni di tipo preventivo e di riduzione dei rischi connessi al gioco, nel quale sia possibile riflettere sui fenomeni ad esso legati, prendere consapevolezza delle dinamiche compulsive, verificare le forme più idonee future di trattamento, facilitando poi l’invio a strutture pubbliche. Il gruppo di lavoro sarà in costante contatto con le diverse realtà territoriali, a partire dai servizi sociali del Comune e dal servizio sanitario, in modo da creare una rete di supporto e di orientamento per chi si rivolge allo sportello.

Galleria fotografica