Dedicato a Gianni Astrei, pediatra scomparsonel 2009, il Progetto Vita nasce dall’esigenza di aiutare i bambini con importanti disabilità psico-motorie. Nel difficile contesto socio-culturale in cui vivono, i bambini portatori di disabilità, senza un accompagnamento serio e costruttivo, difficilmente riescono ad avere una vita serena e dignitosa. Non potendo contribuire alle dure attività come quelle legate alla terra, alla pesca o alla caccia, i bambini disabili rappresentano un peso alla sopravvivenza della famiglia. Conseguenze ne sono la discriminazione e l’emarginazione, sia dall’ambiente scolastico che dal contesto famigliare.

Obiettivi

Il Progetto Vita si propone di sostenere da un punto di vista medico e sociale, attraverso l’attività di personale locale qualificato, le attività terapeutiche, riabilitative ed educative a favore di  bambini con gravi difficoltà motorie.

Beneficiari

Il progetto contribuisce al sostegno di bambini/ragazzi disabili, che possono trovare accoglienza e assistenza nel Centro riabilitativo Hogar Maria di Nazareth, gestito dalla Congregazione Laica delle Missionarie di Gesù, garantendone l’innalzamento, almeno del 50%, del livello di autonomia della persona disabile rispetto alla condizione attuale e l’aumento, almeno dell’80%, delle possibilità dei bambini coinvolti di poter effettuare i trattamenti medici necessari presso gli ospedali di Lima.

Per partecipare alle missioni sanitarie o avere informazioni su come sostenere il progetto è possibile scrivere a viaggisolidali@semidipace.org